rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Licata

Arrestato nell'operazione "Assedio", sospesa l'autorizzazione per i videogiochi

L'uomo è tra i fermati del blitz condotto da carabinieri e Dda, secondo la Questura avrebbe potuto abusare del proprio "titolo di polizia"

E' stato fermato lo scorso 19 giugno nel contesto dell'operazione "Assedio", coordinata dalla Dda di Palermo ed eseguito dai carabinieri di Licata in quanto ritenuto responsabile di associazione mafiosa.

Nei giorni scorsi il questore della provincia di Agrigento Rosa Maria Iraci ha adottato un provvedimento di sospensione a tempo indeterminato con conseguente cessazione della relativa attività a carico di un soggetto di Licata, titolare di un’attività di "distribuzione e di gestione anche indiretta di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da trattenimento e da gioco di abilità".

Il provvedimento è stato adottato dalla divisione polizia amministrativa e sociale della Questura che, "alla luce della gravità dei reati contestati con il provvedimento restrittivo emesso dall’Autorità Giudiziaria, ha ritenuto il soggetto capace di abusare del titolo di polizia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato nell'operazione "Assedio", sospesa l'autorizzazione per i videogiochi

AgrigentoNotizie è in caricamento