rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Crisi idrica / Bivona

Perdita d'acqua dalla diga Gammauta: amministratori incontrano il prefetto

Secondo quanto ha fatto sapere Enel, "ulteriori trasferimenti potranno riprendere non appena i volumi disponibili presso Gammauta lo consentiranno"

Perdita d'acqua dalla diga Gammauta che andrebbe a scorrere sull'alveo del fiume Verdura per poi perdersi in mare, piuttosto che essere convogliata verso la diga Castello. Ieri, i sindaci di Ribera e Bivona, rispettivamente Matteo Ruvolo e Milko Cinà, e il vicesindaco di Lucca Sicula, Vincenzo Mortillaro, sono stati ricevuti dal prefetto di Agrigento, Filippo Romano, per affrontare la grave problematica della crisi idrica nel territorio Riberese. 

"Questa situazione non consentirebbe di accumulare e far aumentare il livello delle acque nella diga Gammauta, così da poter essere poi trasferita per caduta nella diga Castello attraverso la bretella di collegamento. Purtroppo, ciò è avvenuto soltanto per pochi giorni, poiché, come comunicato ufficialmente da Enel green power, l'invaso di Gammauta avrebbe raggiunto una quota che non consentiva più il trasferimento di volumi di acqua presso la diga Castello attraverso l'omonimo adduttore - hanno spiegato gli amministratori - .  La nota del 5 aprile di Enel continuava affermando che 'ulteriori trasferimenti potranno riprendere non appena i volumi disponibili presso Gammauta lo consentiranno'". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perdita d'acqua dalla diga Gammauta: amministratori incontrano il prefetto

AgrigentoNotizie è in caricamento