Arriva la banda "ultralarga" a Bivona, il sindaco: "Grande passo avanti per il tessuto produttivo"

La copertura capillare del comune è avvenuta nei mesi scorsi con particolare attenzione alle zone meno digitalizzate

Il Comune di Bivona

A Bivona abitazioni, uffici pubblici, attività commerciali, strutture ricettive e scuole sono coperti da una rete pubblica di telecomunicazioni a banda ultralarga. La copertura capillare del comune è avvenuta nei mesi scorsi con particolare attenzione alle zone meno digitalizzate.

“Con l’attivazione della banda ultralarga - commenta il sindaco Milko Cinà -  Bivona fa un grande passo in avanti sul tema dell’innovazione tecnologica e digitale. Si tratta di un’importante infrastruttura altamente innovativa per i cittadini, per la pubblica amministrazione e per il tessuto produttivo locale".

“Una rete a banda ultralarga – spiega Clara Distefano, regional manager Sicilia di Open Fiber, società che ha realizzato i lavori – permette di abilitare servizi che vanno a beneficio dell’intera collettività, servizi finora in gran parte negati, soprattutto nei centri meno popolati del nostro Paese: telemedicina, telelavoro, educazione a distanza, Industria 4.0, videosorveglianza, domotica e tanto altro ancora da inventare. Non a caso, le infrastrutture interamente in fibra ottica possono definirsi “a prova di futuro” poiché in grado di supportare successive evoluzioni tecnologiche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento