Panepinto: "Il centro di salute mentale del distretto di Bivona va potenziato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

L’assessore regionale alla Salute intervenga affinché l’ASP di Agrigento adotti tutti i provvedimenti necessari per potenziare i servizi erogati dal Centro di salute mentale del Distretto sanitario montano di Bivona e garantire una adeguata assistenza all’utenza. Il Centro di salute mentale del Distretto sanitario montano di Bivona da oltre un anno e mezzo opera in gravi difficoltà a causa della carenza di medici, il cui numero non è sufficiente a garantire un servizio adeguato in un territorio che comprende cinque comuni e serve oltre 600 utenti. Al momento il servizio è coperto da psichiatri di turno, a volte un solo giorno a settimana, mentre nella sede di San Biagio Platani non si è provveduto alla sostituzione dell’unico psicologo deceduto. Com’è noto, durante la stagione estiva si registra un aggravamento delle patologie psichiatriche ed è pertanto indispensabile, in un distretto in cui vi sono stati molti casi di TSO, operare nella prevenzione del disagio psichico.

Presento dunque un’interrogazione all’assessore alla Salute dal momento che il manager dell’Azienda sanitaria di Agrigento, evidentemente impegnato ad occuparsi di altro, non ha mai ritenuto di dover rispondere alle ripetute sollecitazioni formali nelle quali ho chiesto il potenziamento del Centro di salute mentale.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento