Cronaca

Il bilancio di fine anno della polizia di Stato, il questore Iraci: "Più controlli e meno crimini"

I controlli straordinari del territorio hanno prodotto numeri e cifre incoraggianti

La polizia di Stato traccia, come consueto, il bilancio di fine anno. Il questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci, questa mattina ha incontrato la stampa. Il questore, dunque, ha snocciolato numeri e cifre di un controllo capillare del territorio che ha portato più sicurezza in città.

Il questore Iraci traccia il bilancio di fine anno: "La provincia è sicura, lo dicono i fatti"

“Quello che balza davanti agli occhi – ha detto Rosa Maria Iraci nel corso di una conferenza stampa - è la diminuizione quasi verticale  della delittuosità. C’è da dire, però, che è aumentate in modo notevole la prevenzione. Sono state messa su strada molte più pattuglie per garantire la sicurezza pubblica”.

 Il questore parla di un drastico calo di delittuosità in provincia. “E’ il posto più sicuro per sicurezza e giustizia. Mi preme dire che la magistratura ha inflitto colpi durissimi alla criminalità”. Queste le parole del questore.

Rosa Maria Iraci parla fa un plauso alla Squadra Mobile, ricordando l’ultima, in ordine di tempo, operazione che ha portato all’arresto di due torturatori di migranti.  In provincia, grazie ai super controlli, anche meno furti e rapine. Il questore ha anche parlato dell’attività scolastica fatta in diversi istituti della città, ma anche della sensibilizzazione per quanto riguarda la violenza sulle donne. Altro dato che incoraggia è quello relativo alle sorveglianze speciali e dalle misure patrimoniali e personali. Calano, dunque, i reati commessi in provincia. Il numeri incoraggiano, non poco, il lavoro svolto dalla Questura di Agrigento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio di fine anno della polizia di Stato, il questore Iraci: "Più controlli e meno crimini"

AgrigentoNotizie è in caricamento