Alcol, droga e violenze, pugno duro della Questura per garantire una movida sicura

Nel corso di una conferenza stampa, sono stati snocciolati numeri e fatti che hanno coinvolto la città. I controlli sono disposti dal questore Rosa Maria Iraci

Angelo Bellomo a capo della sezione Pasi della Questura

Movida sicura, controlli capillari negli esercizi pubblici come discoteche e altro ancora, ma anche pugno duro contro droga e violenze. “I luoghi della movida sono stati teatro di gravissimi episodi di violenza. Dove abbiamo visto coinvolti dei giovanissimi. Alcuni di loro sfregiati in maniera permanente. Riteniamo che tutti questi episodi criminali che derivano, oltre dal disagio giovanile, anche dall’eccessivo uso dell’alcool. Non solo giovani, ma purtroppo anche giovanissimi”. Queste le parole del dirigente Angelo Bellomo a capo della sezione Pasi della Questura. Nel corso di una conferenza stampa, sono stati snocciolati numeri e fatti che hanno coinvolto la città.

I controlli nel settore del gioco e delle scommesse sono stati effettuati in sinergia con il personale dell’agenzia delle dogane e dei monopoli di Agrigento. Controlli, dunque, che hanno riguardato dodici soggetti la cui posizione è ancora al vaglio delle autorità competenti. Controlli capillari anche nel settore degli esercizi pubblici.

Al setaccio discoteche e locali che hanno organizzato serate danzanti. Nel periodo di Capodanno sono stati quattro gli esercizi controllati e due gli esercenti sanzionati. Occhi puntati alla movida senza regole e pugno duro contro i trasgressori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una sala giochi, priva di regolare licenza, è stata chiusa. Sono in corso procedure sanzionatori a carico di titolari di esercizi pubblici del centro storico per la somministrazione di alcolici a minori di 18 anni, per musica troppo alta, ma anche per attività di somministrazione da parte del personale non autorizzato. Infinite, sono state diffidate due attività “occasionali” perché erano prive “di titoli di polizia”. I controlli sono disposti dal questore Rosa Maria Iraci, autorità provinciale di pubblica sicurezza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • La curva epidemiologica continua a salire: c'è un caso in più di Coronavirus a Favara, confermato l'esito test a 92enne

  • Esce di casa per fare la spesa anziché restare in isolamento: denunciata 48enne rientrata dal Nord

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento