menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il questore di Agrigento Mario Finocchiaro

Il questore di Agrigento Mario Finocchiaro

Calano estorsioni, violenze sessuali ed omicidi: restano i furti in abitazione

Il questore: "Le organizzazioni criminali tendono a riprodursi, spesso i mafiosi scontano la loro condanna e tornano sul territorio a fare quel che facevano prima. Non bisogna abbassare la guardia"

I reati sono calati. Tutti, indistintamente. L'unico, ad avere ancora un segno positivo, - nel senso che non è diminuito - sono i furti in abitazione. Il dato statistico è del 2,34 per cento. Per il resto, invece, sono praticamente scomparsi - in provincia di Agrigento - gli omicidi che sono passati dai sette del 2015 all'unico verificatosi nel 2016. 

Calate anche le violenze sessuali: 34 nel 2015 e 19 quest'anno. Attutito il fenomeno della ricettazione che da 131 episodi del 2015 è passato a 123 e quello delle estorsioni (da 61 a 56). Quasi del tutto azzerata l'usura: nel 2015 si sono registrati 5 casi, quest'anno appena uno. Tengono, purtroppo, anche se in termini percentuali calano del 14,85 per cento, i danneggiamenti: nel 2015 sono stati ben 1.347, mentre quest'anno sono stati 1.147. Gli atti intimidatori, infine, sono passati da 907 ad 855.

"I reati commessi e denunciati - ha spiegato il questore di Agrigento, Mario Finocchiaro, - sono in forte diminuzione. I dati di quest'anno sono molto lusinghieri e sono orgoglioso del lavoro fatto. La percezione è naturalmente leggermente diversa perché la cittadinanza si preoccupa, e non può che farlo, dei reati che hanno un forte impatto sociale, ossia furti e rapine. I dati però parlano chiaro: sono in diminuzione".

GUARDA IL VIDEO: FURTI DI RAME, IL QUESTORE: "SEGNALATE"

I furti, comunque, come dato generale, sono sempre elevati: 4756 del 2015 e 4.301 quest'anno. Il questore Mario Finocchiaro ha evidenziato - per quanto riguarda i furti di cavi di rame - che "il cittadino deve collaborare, segnalando al 113 o al 112, eventuali presenze sospette o i lievi cali di energia".

Fra le più importanti operazioni antimafia, sono state ricordate il seguito di "Icaro" che ha inferto un colpo notevole all'organizzazione criminale e l'operazione "Vultur" che ha riguardato Camastra. "La criminalità organizzata ha avuto dei colpi durissimi da parte dello Stato - ha detto il questore - ma non bisogna abbassare la guardia. Le organizzazioni tendono a riprodursi, spesso i mafiosi scontano la loro condanna e tornano sul territorio a fare quel che facevano prima. La mafia è pericolosissima perché danneggia l'economia del nostro paese".     

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento