Cronaca

Crollo del turismo causa Covid, la Valle ha perso quasi 3 milioni

Si temeva comunque un risultato anche peggiore di questo: i Templi sono infatti ad oggi una delle realtà che meglio ha retto al post lockdown

Il crollo del turismo dovuto al Covid-19 e ai lunghi mesi del “lockdown” si traduce, molto banalmente, in una perdita economica della Valle dei Templi da capogiro.

Era il 30 maggio, dopo 83 giorni riapre la Valle dei Templi

Tutto è stato messo nero su bianco nell’assestamento del bilancio previsionale approvato nei giorni scorsi dal Consiglio del Parco, che certifica una riduzione delle poste in entrata di oltre 2 milioni e settecentomila euro complessivi su un totale di entrate per competenza di 20milioni di euro. Un importo, quest’ultimo, che non è solo riferito allo sbigliettamento, ma a tutte le entrate del Parco, compresi i soldi destinati a progettazione e ai trasferimenti regionali di vario tipo, mentre il calo di quasi tre milioni di euro è quasi del tutto da riferire ad una riduzione di quasi il 50% dei ticket staccati.

Crollo degli incassi, il direttore Sciarratta: "A rischio i servizi"

Una tragedia? Beh, non esattamente rispetto al quadro che si attendeva quando il flusso del turismo era ripartito con difficoltà e ci si aspettava un crollo di oltre il 70% degli introiti-visitatori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo del turismo causa Covid, la Valle ha perso quasi 3 milioni

AgrigentoNotizie è in caricamento