rotate-mobile
Ambiente / Realmonte

“Benvenuti alla Scala dei Turchi”, la provocazione degli ambientalisti per condannare l’ennesimo atto di inciviltà

Con la stagione estiva alle porte non mancano gli “sporcaccioni” che lasciano i resti dei loro bivacchi su una delle spiagge più ambite dai turisti di tutto il mondo

L’abbiamo vista in tutto il suo splendore la scorsa settimana in televisione, tra una canzone e l’altra dell’Eurovision song contest. Eppure continua a non essere rispettata come meriterebbe, almeno non da tutti. Non c’è pace per la spiaggia della Scala dei Turchi, ancora una volta sporcata da alcuni bagnanti che, magari dopo un picnic poco distante dalla riva, hanno scelleratamente pensato di abbandonare i resti del loro bivacco.

Scena subito immortalata da Mareamico e postata sui social con una frase provocatoria: “Benvenuti alla Scala dei Turchi”. 

“Probabilmente sono stati rimossi - ha scritto su Facebook Claudio Lombardo di Mareamico - ma ciò che conta è il gesto, assolutamente da condannare: a volte basta poco per rovinare tutto. Bisogna conferire i rifiuti direttamente in un’isola ecologica o avvisare il Comune o la ditta incaricata per portarli via. Ma non si possono lasciare in spiaggia, non in una spiaggia così importante, visitata ogni giorno da centinaia di turisti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Benvenuti alla Scala dei Turchi”, la provocazione degli ambientalisti per condannare l’ennesimo atto di inciviltà

AgrigentoNotizie è in caricamento