rotate-mobile
Promozione del territorio / Realmonte

La leggenda dello "Scoglio du zitu e da zita" e lo scenario di Realmonte nel videoclip di "Lu mari e lu ventu"

Il regista, sceneggiatore ed autore Giuseppe Bennica ha realizzato un'opera capace di emozionare e far credere ancora nella potenza dei sentimenti

Ha scelto la leggenda dello "Scoglio du zitu e da zita" e lo scenario costiero di Realmonte per il videoclip della sua canzone "Lu mari e lu ventu". Il regista, sceneggiatore ed autore Giuseppe Bennica ha realizzato - consacrando l'incantevole paesaggio di Realmonte - un videoclip capace, così come anche le parole e la musica del nuovo brano, di emozionare e far credere nella potenza dei sentimenti.

IL COINVOLGENTE VIDEOCLIP

“L'ho sceneggiata - ha spiegato Bennica riferendosi a 'Lu mari e lu ventu' - ambientandola nel 1400, quando Rosalia, ragazza di ricca famiglia, si innamora di Giuseppe. Il loro amore è osteggiato dal padre che la minaccia di chiuderla in un convento, qualora avesse proseguito gli incontri con il suo amato. I due, impossibile separarli, dal monte su cui poggia il faro di Realmonte si sono lanciati in acqua. Si narra che, dopo due mesi, emersero due scogli legati da un lembo di roccia e che nelle notti di luna piena i pescatori sentono, ancor oggi, un lamento proveniente dagli scogli, attribuito alla povera Rosa. Ringrazio il sindaco Sabrina Lattuca e l’amministrazione comunale – ha concluso l’artista - per  la disponibilità e l’opportunità  che mi è stata offerta”. L'incontro è avvenuto nella sala consiliare del Municipio di Realmonte. 

“Ringrazio l’artista Giuseppe Bennica per aver scelto uno dei paesaggi più suggestivi della costa Realmontina, tutti gli attori e lo staff. Il brano si accompagna alla leggenda di Rosa e Giuseppe che rappresenta uno spaccato della nostra storia, cultura ed identità, a cui siamo profondamente legati. La location scelta - ha spiegato il sindaco di Realmonte - rappresenta per noi una ulteriore occasione di promozione del territorio e dello straordinario sito della Scala dei Turchi". 

Il videoclip è stato girato in suggestive location della provincia di Agrigento, tra Realmonte, Palma di Montechiaro, Campobello di Licata e Favara. Il regista Bennica ha trasformato le location in set e luoghi d'altri tempi come il palazzo Bella che è stato concesso, per le riprese, da Angelo Vaccaro. Della troupe hanno fatto parte: Federico Dalli Cardillo, Antonio Todaro, Grace Quattrocchi, Maria Fiorenza.

Sul set, Ilaria Conte (Rosa), Giovanni Geraci (Giuseppe), Flora Carelli (la nutrice), Dino Patti (il padre di Rosa), Marco Cuscio (Marco il bambino), Giuseppe Bennica (papà del bambino) e il Rolando Quattrocchi (comparsa). La realizzazione si è avvalsa di alcune collaborazioni. I costumi  sono stati  forniti da Giombattista Novelli,  gli studi per il blu screen da Giacomo Bennardo Photographer Art & Design Archiforma e tante altre, tra cui Massimo Cortelli che ha omaggiato la bellissima conchiglia. L’arrangiamento del brano è stato curato da  Carmelo Gallo, con il controcanto di Denise Lombardo, le scene elaborate da Calogero Sorce e "degranate" da Angelo Jay.  
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La leggenda dello "Scoglio du zitu e da zita" e lo scenario di Realmonte nel videoclip di "Lu mari e lu ventu"

AgrigentoNotizie è in caricamento