rotate-mobile
Immigrazione

Dieci "carrette" del mare affidate a fondazione di Milano: i detenuti realizzeranno opere d'arte

L’iniziativa dal ministro dell’Interno è stata possibile grazie all’attività di coordinamento svolta dal prefetto, Maria Rita Cocciufa, con il supporto della Procura che ha rilasciato i necessari nulla osta e ha consentito all’ufficio delle Dogane di procedere all’individuazione e all’affidamento delle imbarcazioni

Dieci imbarcazioni in legno utilizzate per raggiungere clandestinamente Lampedusa sono state affidate per finalità sociali alla fondazione Casa dello Spirito e delle Arti di Milano.

L’iniziativa dal ministro dell’Interno, che accolto la richiesta della fondazione, è stata resa possibile grazie all’attività di coordinamento svolta dal prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, con il supporto della Procura che ha rilasciato i necessari nulla osta e ha consentito all’ufficio delle Dogane di procedere all’individuazione e all’affidamento delle imbarcazioni per le quali l’autorità giudiziaria aveva già disposto la distruzione e lo smaltimento.

Alla fondazione, presto, verrà affidata anche un'altra imbarcazione. Con il legname ricavato, l'ente avvierà un progetto di reinserimento sociale consistente nella realizzazione di opere d’arte da parte della “falegnameria” in cui prestano servizio i detenuti di una casa di reclusione della Regione Lombardia.

La Prefettura di Agrigento, in stretta e proficua sinergia con le altre Istituzioni, ha sostenuto l’iniziativa solidale – che riveste una particolare valenza sociale, per il coinvolgimento dei detenuti nell’attività “di recupero” del legno delle imbarcazioni utilizzate dai migranti che affrontano i rischi del mare e che sovente ne rimangono vittime – garantendo altresì il corretto svolgimento delle procedure operative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci "carrette" del mare affidate a fondazione di Milano: i detenuti realizzeranno opere d'arte

AgrigentoNotizie è in caricamento