Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Seduti al bar per pranzare: locale chiuso e 4 multe, 6 sanzioni anche ad automobilisti

Carabinieri, polizia, guardia di finanza ed esercito hanno presidiato l’intera provincia, concentrandosi, oltre che sul capoluogo, su tutti quei Comuni già in “zona rossa"

 

Strade e tipiche location di ritrovo deserte. Pasquetta senza la tradizionale convivialità, quella di ieri. Mentre il giorno precedente – era Pasqua – tanti sono stati gli agrigentini in movimento. Carabinieri, polizia, guardia di finanza ed esercito – così per come preannunciato dal prefetto Maria Rita Cocciufa – hanno presidiato l’intera provincia, concentrandosi, oltre che sul capoluogo, su tutti quei Comuni già in “zona rossa” per disposizione del presidente della Regione. Non sono mancate le sanzioni e nemmeno le chiusure di locali.

Complessivamente sei le multe – da 400 euro a testa – elevate ad altrettanti automobilisti che non si sono attenuti alle prescrizioni anti-Covid. Quattro sanzioni state fatte dai carabinieri della compagnia di Agrigento e due dalla polizia Stradale.

I militari della Guardia di finanza – durante quello che è ormai un tradizionale giro di controlli sulle attività commerciali – hanno invece chiuso un bar-ristorante di Agrigento. Un locale che, per i prossimi cinque giorni, dovrà tenere, rigorosamente, la saracinesca abbassata. I finanzieri, nel corso delle verifiche anti-contagio, hanno trovato diverse persone sedute all'interno del bar-ristorante mentre stavano consumando il pranzo. Il titolare e altri tre clienti sono stati multati. Anche in questo caso, la sanzione è stata di 400 euro ciascuno e il locale è stato, appunto, chiuso. 

"Cliente seduto al tavolo nonostante il divieto", scattano multe e chiusura per caffetteria

Archiviate Pasqua e Pasquetta, i controlli – ad opera di carabinieri, polizia, guardia di finanza, esercito e polizie municipali e provinciali – proseguiranno in tutta la provincia perché le prescrizioni anti-Covid, naturalmente, continueranno ad essere in vigore e sarà necessario continuare ad evitare nuove, ulteriori, impennate di contagi. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento