rotate-mobile
Controlli / Canicattì

Chiuso bar frequentato da pregiudicati: è il quinto in meno di due mesi

Su disposizione del questore Rosa Maria Iraci, l'attività dovrà restare con la saracinesca abbassata per 15 giorni

E sono cinque. Cinque bar chiusi, nell’arco di neanche due mesi, perché frequentati da pregiudicati. L’ultimo, in centro a Canicattì, appena nei giorni scorsi. Si tratta di un locale che, per disposizione del questore di Agrigento Rosa Maria Iraci, dovrà restare chiuso per 15 giorni. Il provvedimento di sospensione dell’attività commerciale è stato adottato dopo che in Questura, dal commissariato di Canicattì, è arrivata la relativa segnalazione.

Perché a seguito di più controlli, anche in questo caso, i poliziotti del commissariato – che sono coordinati dal commissario capo Francesco Sammartino – hanno accertato che anche questo locale risultava essere abitualmente frequentato da parsone con pregiudizi di polizia e con precedenti penali. La raffica di provvedimenti adottati sono il frutto della capillare attività di controllo del territorio effettuata dal commissariato di polizia di Canicattì e sono stati emessi perché spetta al questore la titolarità di potere  sospendere/revocare la licenza di un pubblico esercizio dove siano avvenuti gravi disordini o che siano abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso bar frequentato da pregiudicati: è il quinto in meno di due mesi

AgrigentoNotizie è in caricamento