rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Il verdetto

"Scardinavano cassaforte in 20 minuti e rubavano in ville di mezza Sicilia": condanne ridotte per due imputati

La seconda sezione penale della Corte d'appello ha parzialmente riformato la sentenza di primo grado

La seconda sezione della Corte d'appello di Palermo ha escluso il ruolo di promotore, capo ed organizzatore del sodalizio criminale di Laslo Radosavljevic ed ha riqualificato un episodio di ricettazione, che gli era stato contestato, nell'ipotesi di particolare tenuità. Ridotta anche la pena dell'altro imputato: il serbo Laslo Rac. Entrambi, nel giudizio di appello, sono stati difesi dall'avvocato Emilio Scrudato del foro di Palermo.

Furti a San Leone e Villaggio Mosè, sgominata una banda di balordi: fermate 5 persone

Si tratta dei due componenti della banda di rom, bloccata dai carabinieri di Agrigento, all'inizio di dicembre del 2020. Rom ai quali si contestava d'aver messo a segno una ventina di furti: da San Leone a Montaperto, ma anche al Villaggio Mosè, nei Comuni agrigentini circostanti e nelle province di Caltanissetta ed Enna. Il modus operandi era sempre lo stesso, ovvero i ladri, forzando porte e finestre con bastoni, guanti e passamontagna, riuscivano ad introdursi all’interno delle abitazioni, rubando oro, gioielli di valore, computer e persino armi legalmente custodite in cassaforte. Cassaforti che - secondo quanto emerse dall'inchiesta sviluppata dai carabinieri della compagnia di Agrigento - erano capaci di scardinare in 20 minuti circa.

Della banda avrebbero fatto parte altri tre stranieri, giudicati a parte. 

Scardinavano porte e casseforti in 20 minuti e la refurtiva finiva in via Esseneto: i dettagli dell'inchiesta

In primo grado, il gup del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, aveva inflitto 7 anni e 3 mesi di reclusione a Lasio Radosavljevic che, adesso, ha 37 anni e 3 anni e 6 mesi a Lasio Rac, di 61 anni. La pena nei loro confronti era stata, il 25 novembre del 2021, ridotta di un terzo per effetto del giudizio abbreviato. 

Adesso, la seconda sezione penale della Corte d'appello ha parzialmente riformato la sentenza di primo grado. Radosavljevic è stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione e al pagamento di 2 mila euro di multa. La pena a carico di Laslo Rac è stata invece riformata in 3 anni e 20 giorni. 

Fra 90 giorni verranno depositate le motivazioni. 

Il gup del tribunale di Agrigento, nel dicembre del 2021, su istanza dell'avvocato Emilio Scrudato del foro di Palermo, aveva già sostituito, per Radosavljevic, la misura della custodia cautelare in carcere con quella dei domiciliari, mentre l'altro imputato - Laslo Rac - aveva già ottenuto la misura dell'obbligo di dimora.

Furti in villa, il tenente Giordano: "Restituiamo ai proprietari i loro ricordi di famiglia”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scardinavano cassaforte in 20 minuti e rubavano in ville di mezza Sicilia": condanne ridotte per due imputati

AgrigentoNotizie è in caricamento