rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Bancarotta: una nuova inchiesta coinvolge Burgio e altri 31 fra bancari, imprenditori e commercialisti

La Procura della Repubblica sta facendo notificare 32 avvisi di conclusione delle indagini preliminari. Nella lista diversi professionisti

La Guardia di Finanza sta ultimando le notifiche ai trentadue indagati dell’inchiesta “bis” sulla presunta bancarotta fraudolenta delle imprese di Giuseppe Burgio. Il pm Brunella Sardoni, che da pochi giorni ha lasciato l’ufficio, ha fatto notificare altri 32 avvisi di conclusione delle indagini nei confronti di imprenditori e commercialisti, che avrebbero avuto ruoli nelle imprese di Burgio, e bancari che ne avrebbero curato i rapporti finanziari.

LEGGI ANCHE: BURGIO ALLA CASSAZIONE: "SCARCERATEMI"

Lo stesso Burgio è nella lista degli indagati, ma sembrerebbe per fatti ulteriori a quelli che hanno portato all'arresto. Ecco l’elenco degli altri 31: Carmelo Bartolomeo, di Porto Empedocle, amministratore della società “Gestal”; Antonio Oddo, di Favara, consigliere di amministrazione; Antonio Listo, di Agrigento, consigliere di amministrazione; Calogero Burgio, di Porto Empedocle, presidente del collegio sindacale della società Ingross in liquidazione; Michele Grassadonio, di Agrigento, componente del collegio sindacale; Antonio Martoriello, di Canicattì, componente collegio sindacale; Enzo Penna di Agrigento, presidente del collegio sindacale; Salvatore Rizzo, di Agrigento, componente collegio sindacale; Costatino Verbari, di Agrigento, componente del collegio sindacale; Francesca Burgio, di Agrigento, componente del collegio sindacale; Angelo Nicastro, di Agrigento componente collegio sindacale; Rosario Giordano, di Gela, e Tiziana Ragusa, di Gela, commissari liquidatori della società Ingross; Corrado Listo, di Canicattì consigliere di amministrazione della società “Centro Distribuzione alimentari Spa”; Ciro Sansone, di Agrigento, componente del consiglio di amministrazione del Centro distribuzione; Leira Sansone, di Agrigento; Luigi Gentile di Raffadali; Gioacchino Cimino, di Palma di Montechiaro; Nicolò Croce di Palermo: a loro viene contestato di avere avallato o svolto in prima persona operazioni di dispersione del patrimonio delle società di Burgio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta: una nuova inchiesta coinvolge Burgio e altri 31 fra bancari, imprenditori e commercialisti

AgrigentoNotizie è in caricamento