Cronaca

Il crack milionario del gruppo Burgio, al via processo bis per l'imprenditore

Il punto di riferimento delle aziende, che operavano nella grande distribuzione alimentare, è stato già condannato a 8 anni per bancarotta. In questo troncone dell'inchiesta è accusato di avere sottratto all'erario centinaia di migliaia di euro

Dopo l'arresto e la condanna a 8 anni per bancarotta fraudolenta, l'imprenditore Giuseppe Burgio, 56 anni, finisce ancora a processo nell'ambito dell'inchiesta bis sul più grande crack degli ultimi dieci anni dell'Agrigentino riferito a un gruppo di aziende che operavano nel campo della distribuzione alimentare. Il processo, tuttavia, slitta subito di tre mesi perchè il calendario delle udienze della prima sezione penale era sovraccarico ed è stato riprogrammato.

Il giudice dell'udienza preliminare Alfonso Pinto aveva deciso il rinvio a giudizio per le restanti due accuse che gli si contestano. Il pubblico ministero Alessandra Russo aveva chiesto, in tutto, venti rinvii a giudizio nell'inchiesta bis sul crack delle imprese del gruppo, operante nella grande distribuzione alimentare, riconducibile all'imprenditore già condannato a 8 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta con l'accusa, in particolare, di avere fatto sparire un patrimonio di circa 50 milioni di euro facendoli transitare da un'impresa all'altra.

Lo stesso Burgio è imputato in uno stralcio a parte anche in questo nuovo filone dell'inchiesta dove gli si contestano alcune violazioni della normativa finanziaria. L'uomo d'affari, nella qualità di presidente di amministrazione della Ingross, avrebbe omesso di versare circa 231 mila euro all'erario per il 2012. Analoga accusa relativa alla gestione della Gestal, di cui, nel 2012 era amministratore unico e - sostiene l'accusa - avrebbe omesso di versare 308 mila euro all'erario.

In questa indagine bis, sono imputati diciannove professionisti fra componenti del collegio sindacale, liquidatori, consiglieri di amministrazione e funzionari di banca accusati di avere agevolato il dissesto con omissioni e sottrazione dei beni. Per loro l'udienza preliminare, dopo quasi tre anni di passaggi a vuoto e rinvii, è in dirittura di arrivo. La posizione di Burgio è stata separata rispetto alle altre e c'è già stato il rinvio a giudizio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il crack milionario del gruppo Burgio, al via processo bis per l'imprenditore

AgrigentoNotizie è in caricamento