Cronaca

Banca del cordone ombelicale di Sciacca: via alle donazioni verso gli Usa

La struttura ha ottenuto la certificazione “National Marrow Donor Program” che consentirà appunto di ampliare il campo di attività

La banca del cordone ombelicale

La banca del sangue cordonale dell'ospedale di Sciacca riceve un nuovo prestigioso riconoscimento. La struttura saccense, diretta dal dottor Pasquale Gallerano, ha ottenuto la certificazione del “National Marrow Donor Program” che permette alla “Sicilia Cord Blood Bank” di affiliarsi al programma nazionale americano e poter quindi cedere unità cordonali per trapianto nel territorio degli Stati Uniti d’America. La banca così come tutte banche cordonali in Italia, custodisce le staminali già commissionate verso il sistema ematopoietico e destinate alla rigenerazione dei globuli bianchi, rossi e delle piastrine.

Si tratta di un formidabile strumento che, non a caso, viene spesso indicato in gergo medico “tecnica rescue” in quanto si presenta come un vero e proprio meccanismo di salvataggio attraverso cui ripopolare, in una ventina di giorni, il midollo osseo di pazienti affetti da molte patologie ematologiche come le leucemie e i linfomi o malattie genetiche come l’anemia mediterranea o talassemia. La Banca cordonale di Sciacca oltre a raccogliere e custodire le donazioni solidaristiche del sangue cordonale, conserva anche le unità per uso dedicato, cioè quelle da destinare ad un membro della famiglia affetto da una patologia curabile con il trapianto di cellule staminali emopoietiche, oppure da utilizzare nel caso in cui, nell’ambito della stessa famiglia, vi sia un elevato rischio di malattie genetiche che potrebbero riguardare futuri figli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca del cordone ombelicale di Sciacca: via alle donazioni verso gli Usa

AgrigentoNotizie è in caricamento