rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

"Va a trovare vicina di casa con una scusa e la bacia", 46enne indagato per violenza sessuale

Ventunenne denuncia di avere ricevuto la sua visita e di avere subito l'avance: il caso approda davani al gip per l'incidente probatorio

Un bacio sulle labbra non gradito fa scattare l'accusa di violenza sessuale nei confronti di un quarantaseienne. Il pubblico ministero Gloria Andreoli, raccolta la denuncia di una ragazzina ventunenne, lo ha iscritto nel registro degli indagati e ha chiesto l'incidente probatorio per sentire la presunta vittima e cristallizzare la prova in vista di un eventuale processo.

L'episodio risale al 21 agosto scorso. L'uomo, utilizzando una banale scusa, andò a trovare la ragazza e - secondo la ricostruzione dell'episodio - iniziò a farle delle avances. In particolare le avrebbe chiesto se poteva accarezzarle le guance e, incassato il suo rifiuto, le avrebbe scostato i capelli dal viso - con un gesto "repentino e insidioso" - iniziando a baciarla sulle guance fino a scendere sulla bocca.

Il pm, in ogni caso, riconosce l'attenuante della "minore gravità del fatto". Ieri mattina, davanti al gip Alessandra Vella, si è celebrato l'incidente probatorio nel quale la ragazza - assistita dall'avvocato Alba Raguccia - ha confermato le accuse.

La ventenne ha risposto alle domande del gip, del pm, del suo stesso difensore e del legale dell'indagato, l'avvocato William Giacolone. La sua testimonianza potrà essere usata in un eventuale processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Va a trovare vicina di casa con una scusa e la bacia", 46enne indagato per violenza sessuale

AgrigentoNotizie è in caricamento