menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento delle votazioni

Un momento delle votazioni

Avvocatura, rinnovato il consiglio dell'Ordine: ecco i quindici componenti

L'unica lista in campo entra quasi integralmente con un solo candidato esterno, si chiude ufficialmente l'era Cremona

Quattordici dei quindici componenti dell'unica lista informale in campo vengono eletti, entra solo un candidato "autonomo". Si è conclusa ieri pomeriggio, dopo una serie di rinvii legati all'emergenza Coronavirus, la tre giorni di voto per il rinnovo del consiglio dell'Ordine degli avvocati di Agrigento. Nella lista informale "Uniti per l'avvocatura" erano candidati: Giuseppe Aiello, Salvatore Amato, Angelo Avanzato, Vincenza Gaziano, Diego Giarratana, Marco Giglio, Riccardo Gueli, Salvatore Infantino, Lucia Stefania La Rocca, Luigi Mulone, Antonio Provenzani, Annalisa Russello, Anna Salvago, Ilaria Sferrazza e Gianluca Sprio. Completavano l'elenco dei candidati: Maria Alba Nicotra, Giovanni Crosta, Luca Collura e Anna Pira. Restano fuori: Marco Giglio, Maria Alba Nicotra, Luca Collura e Anna Pira.

La prima degli eletti è Vincenza Gaziano che ha conquistato 639 voti e che, secondo fondate indiscrezioni, era già la presidente designata prima del voto. Al secondo posto, con 503 voti, il vice presidente uscente Riccardo Gueli. Seguono: Salvago (444), Avanzato (422), Giarratana (396), Provenzani (387), Mulone (378), Russello (376), Infantino (374), Sferrazza (369), La Rocca (367), Sprio (357), Amato (329), Aiello (292) e Crosta (285). Prima dei non eletti è Maria Alba Nicotra che resta fuori per soli quattro voti. Prima del conteggio delle ultime dieci schede, sospese perchè non era chiara la preferenza, risultava fra gli eletti. Parecchio staccati Anna Pira con 254, Marco Giglio - l'unico della lista a restare fuori - con 250 e Luca Collura con 78. 

Le operazioni, coordinate dal commissario straordinario Silvio Miceli, si sono tenute nel locale a piano terra di via Mazzini 146, di fronte al tribunale. Nei giorni scorsi c'è stata la clamorosa uscita di scena dell’ex presidente Antonino Maria Cremona che ha formalizzato il ritiro della candidatura.

L'organismo era stato azzerato proprio in seguito alle dimissioni di massa dei componenti, decise per protesta nei suoi confronti dopo la sfiducia preceduta da una serie di contrasti interni che hanno posto fine all’esperienza di quel consiglio dopo neppure un anno. Il rinnovo dell’organismo, con sei mesi di ritardo per l’emergenza sanitaria, è adesso realtà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento