Avvocati, si insedia il nuovo consiglio di disciplina: ecco gli eletti

L'organismo, che sarà in carica per i prossimi quattro anni, si occupa di istruire i procedimenti disciplinari

Da sinistra, in alto, gli avvocati Gaziano e Manganello; in basso Tanja Castronovo e Giuseppe Barba

Si insedia domani pomeriggio il consiglio distrettuale di disciplina degli avvocati. I fori di Agrigento e Sciacca sono inseriti nell’organismo, che si occupa dopo la riforma di istruire e definire i procedimenti disciplinari, insieme ai colleghi di Trapani, Marsala, Palermo e Termini Imerese.

Gli avvocati agrigentini che faranno parte del consiglio sono cinque. Sono Antonino Gaziano, consigliere nazionale forense nell’ultimo mandato e per tanti anni segretario e presidente del consiglio dell’Ordine; Giuseppe Barba, Tanja Castronovo, Salvatore Manganello e Gisella Spataro. Tranne Gaziano, che arriva dal consiglio nazionale, per gli altri quattro componenti si tratta di una riconferma anche se non tutti ne hanno fatto parte per l’intero mandato che dura quattro anni.

Sono, invece, tre gli avvocati del foro di Sciacca chiamati a far parte del consiglio distrettuale di disciplina di Palermo. Si tratta di Lucia Borsellino, Giuseppe Di Prima e Calogero Termine. 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Camilleri resta in Rianimazione, il retroscena: 20 giorni fa si era rotto il femore cadendo in casa

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento