"Pericolosi per la sicurezza pubblica", decine di avvisi orali nell'Agrigentino

Emessi dalla questura di Agrigento nei confronti di tredici persone per l'esistenza a loro carico di "precisi indizi sulla sua condotta illecita"

La questura di Agrigento

Avvisi orali a "tenere un comportamento conforme alla legge", sono stati emessi dalla questura di Agrigento nei confronti di tredici persone residenti nella provincia, ritenute pericolose per la sicurezza pubblica, per l'esistenza a loro carico di "precisi indizi sulla sua condotta illecita", si legge in una nota dell’ufficio Misure di prevenzione della Divisione anticrimine.

Gli avvisi orali riguardano: D. G., 28 anni, abitante a Campobello di Licata, con precedenti per vari episodi di lesioni aggravate e danneggiamento; F. C., 43 anni, abitante a Naro, con precedenti per omicidio colposo, minaccia, falsità ideologica, violazione delle norme in materia finanziaria; F. C., 51 anni, abitante a Campobello di Licata, con precedenti per svariati episodi di violazione delle norme in materia di stupefacenti, falsità in certificati, porto abusivo e detenzione di armi, associazione per delinquere, insolvenza fraudolenta, appropriazione indebita.

E ancora, provvedimenti per V. G., 65 anni, abitante a Campobello di Licata, con precedenti per ricettazione, porto e detenzione di armi e munizioni, violenza privata e minaccia, falsità in scrittura privata, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale; P. L., 21 anni, abitante a Campobello di Licata, con precedenti per guida senza patente e vari episodi di violazione delle norme in materia di stupefacenti; C. S. R., 20 anni, abitante a Campobello di Licata, con precedenti per diversi eventi di furto e rissa; C. M., 28 anni, abitante a Licata, con precedenti per violenza, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, calunnia, falsità ideologica, lesioni, violazione delle norme in materia di stupefacenti, porto d’armi od oggetti atti ad offendere.

Avvisi orali anche per L. R. S., 38 anni, abitante a Licata, con precedenti per guida senza patente, violazione delle norme in materia di stupefacenti, violenza, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale, furto, rapina, evasione; F. G., 48 anni, abitante a Ravanusa, con precedenti per lesioni, danneggiamento, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, violazione delle norme in materia di stupefacenti; C. S., 28 anni, abitante a Licata, con precedenti per svariati episodi di truffa, invasione di terreni o edifici, danneggiamento aggravato; P. O., 45 anni, abitante a Bivona, con precedenti per rissa, guida senza patente, guida in stato di ebbrezza alcolica, lesioni, falsa testimonianza, invasione di terreni o edifici; S. G., 41 anni, abitante a Licata, con precedenti per porto abusivo di armi, violazione delle norme in materia di stupefacenti, minaccia grave, resistenza, violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale, guida in stato di ebbrezza alcolica.

Infine, un provvedimento anche per S. C., 30 anni, abitante a Licata, con precedenti per false dichiarazioni sulla propria identità, furto aggravato, guida senza patente, danneggiamento seguito da incendio aggravato, minaccia aggravata e violazione di domicilio in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento