Domenica, 14 Luglio 2024
Carabinieri / Menfi

L'inchiesta sui cani avvelenati, l'oncologo: nessun sospetto, né minacce

Domattina, una delle quattro carcasse verrà trasferita all’Istituto zooprofilattico di Palermo per l’autopsia

L'oncologo di Menfi, in fase di denuncia ai carabinieri, ha riferito di non avere sospetti su nessuno, né d'aver ricevuto minacce o richieste estorsive. E' ad ampio raggio, a quanto pare, che viene condotta l'inchiesta dei militari dell'Arma deputata all'identificazione di chi, e perché, ha ucciso i quattro cani meticci di proprietà dell'oncologo. Domattina, una delle quattro carcasse verrà trasferita all’Istituto zooprofilattico di Palermo per l’autopsia. 

Uccisi i cani di un medico, il rifugio "Ohana": "Ricompensa per chi fornisce informazioni"

Quattro cani avvelenati e uccisi in un terreno, medico nel mirino?

La rigidità delle carcasse verificata dai veterinari pare che indirizzi le ipotesi investigative su un particolare tipo di veleno che sarebbe stato lanciato all’interno della proprietà del medico di Sciacca che da molti anni vive a Menfi. I carabinieri della stazione di Menfi hanno fatto un meticoloso e capillare sopralluogo in tutta contrada Cinquanta e non sarebbero state rinvenute esche o elementi riconducibili all'avvelenamento dei quattro animali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta sui cani avvelenati, l'oncologo: nessun sospetto, né minacce
AgrigentoNotizie è in caricamento