Domenica, 14 Luglio 2024
Siccità / Canicattì

Autorizzato il prelievo dell'acqua dai pozzi privati, il sindaco: non è ai fini potabili

Vincenzo Corbo: "Le autobotti autorizzate e tutte le altre censite per il trasporto per conto terzi possono regolarmente consegnare, anche a quelli che non hanno un rapporto contrattuale con Aica"

Ha autorizzato, con ordinanza contingibile e urgente, il prelievo e la distribuzione dell'acqua dai pozzi privati presenti nel territorio comunale. Il divieto è però categorico: non può essere autorizzata ai fini potabili. Lo ha fatto, dopo averlo concordato con la prefettura di Agrigento, il sindaco di Canicattì, Vincenzo Corbo, anche lui impegnato ad affrontare la crisi idrica che fa boccheggiare, come tante altre, la città. 

L'Agrigentino è nella morsa della sete: come chiamare le autobotti censite dall'Aica e come pagare

"Le autobotti autorizzate da Aica e tutte le altre censite per il trasporto per conto terzi possono regolarmente consegnare l'acqua richiesta, anche a quelli che non hanno un rapporto contrattuale con Aica - ha spiegato, cercando di fare chiarezza, il sindaco Corbo - . Tutti gli altri autobottisti possono richiedere la regolarizzazione che sarà esitata in tempi brevissimi dall'Aica - . Non ho mai ordinato nessun fermo o blocco delle autobotti - ha continuato Corbo -, ma anzi mi sono prodigato per evitare disagi alla popolazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorizzato il prelievo dell'acqua dai pozzi privati, il sindaco: non è ai fini potabili
AgrigentoNotizie è in caricamento