rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

L'auto sequestrata è scomparsa: denunciata una donna per omessa custodia

I veicoli vengono affidati agli stessi proprietari. Nei successivi controlli o nel momento in cui i poliziotti si recano al domicilio per notificare il provvedimento di confisca, di quei mezzi non c’è più nessuna traccia

C’è un fenomeno, ad Agrigento, che sistematicamente continua ad emergere in tutta la sua drammaticità: le auto sequestrate dalle forze dell’ordine – non tutte per carità – spariscono. Almeno una decina le denunce che si registrano ogni mese. L’ultima, in ordine di tempo, ha riguardato una donna.   

Le auto, così come gli altri mezzi, vengono, dopo il sequestro, affidati agli stessi proprietari. Nei successivi controlli o nel momento in cui i poliziotti si recano al domicilio per notificare il provvedimento di confisca, di quei mezzi sequestrati non c’è più nessuna traccia. Nell’ultimo caso, la donna – di origini tunisine, ma residente da anni ad Agrigento – è stata denunciata, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica per l’ipotesi di reato di omessa custodia di auto sottoposta a sequestro. Ad effettuare il controllo, e a scoprire la scomparsa della vettura, sono stati i poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento.

Talvolta, è già accaduto, i proprietari delle macchine che misteriosamente spariscono vengono anche denunciati per l’ipotesi di danneggiamento o sottrazione di cose sottoposte a sequestro. Qualcun altro finisce nei guai per violazione dei sigilli.

Nonostante le denunce – le cui notizie vengono divulgate anche ai fini della prevenzione -, il fenomeno continua a ripetersi. Le auto, molto spesso, ma non ci sono riscontri al riguardo, vengono smontate e rivendute a pezzi. Talvolta, invece, vengono addirittura rottamate, cosa che non può essere assolutamente fatta visto che si tratta di un bene sottoposto a sequestro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'auto sequestrata è scomparsa: denunciata una donna per omessa custodia

AgrigentoNotizie è in caricamento