Sabato, 20 Luglio 2024
Peculato / Sciacca

"Si è impossessato di 64.520,64 euro", tribunale conferma legittimità licenziamento impiegato comunale

Il processo a carico del dipendente fu definito con condanna e il Comune di Santa Ninfa dispose il licenziamento senza preavviso

Il giudice del lavoro del tribunale di Sciacca ha rigettato il ricorso proposto dal dipendente comunale ed ha, di fatto, confermato la legittimità del licenziamento irrogato dal Comune di Santa Ninfa, nel Trapanese.

Nel 2013, a seguito di un controllo ispettivo bancario il Comune di Santa Ninfa è venuto a conoscenza del fatto che erano state riscontrate irregolarità e incongruenze in merito alla gestione di titoli cambiari non riscossi dall’ente comunale. Subito venne aperto un procedimento disciplinare a carico del dipendente comunale addetto, nell’esercizio delle proprie funzioni, alla gestione e alla notificazione dei titoli cambiari in veste del Comune. Al dipendente fu contestato di aver sottratto posta destinata al segretario comunale e di aver sottratto titoli cambiari. L'impiegato venne sospeso dal servizio per sei mesi. Nel 2015, la Procura della Repubblica di Sciacca ha chiesto il rinvio a giudizio del dipendente comunale per il reato di peculato, ovvero per essersi impropriamente impossessato della somma di 64.520,64 euro, invece di corrisponderla al dovuto istituto bancario. Il processo fu definito con condanna e il Comune di Santa Ninfa dispose il licenziamento senza preavviso. Licenziamento che venne impugnato dal dipendente davanti al giudice del lavoro del tribunale di Sciacca.

Nel giudizio si è costituito il Comune di Santa Ninfa, con il patrocinio dell’avvocato Girolamo Rubino, che ha evidenziato la legittimità del licenziamento, nonché la correttezza dell’intera procedura disciplinare intrapresa dal Comune di Santa Ninfa. Condividendo le argomentazioni sostenute dall’avvocato Rubino, il giudice del Lavoro del tribunale di Sciacca ha rigettato il ricorso proposto dal dipendente comunale condannandolo anche al pagamento delle spese di lite in favore del Comune di Santa Ninfa.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si è impossessato di 64.520,64 euro", tribunale conferma legittimità licenziamento impiegato comunale
AgrigentoNotizie è in caricamento