menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle strade che i carabinieri hanno cercato di ripulire

Una delle strade che i carabinieri hanno cercato di ripulire

Auto finite in mare e in voragini, strade interrotte e famiglie evacuate: è stato l'inferno

I carabinieri e i vigili del fuoco hanno ricevuto circa 500 richieste di aiuto. Pesantemente danneggiato anche uno stabilimento balneare di Bovo Marina

Un'autovettura finita in mare, a Siculiana Marina, trascinata al largo e non ancora ritrovata. Uno stabilimento balneare è stato pesantemente danneggiato a Bovo Marina e diverse persone, fra clienti e proprietari, portati in salvo. Una voragine di oltre 10 metri apertasi all'improvviso sull'asfalto di Eraclea Minoa e una utilitaria inghiottita. Montagne di detriti finiti sulle strade proprio fra Montallegro e Cattolica Eraclea e numerose strade chiuse in via precauzionale. E' stata una notte d'inferno, quella appena trascorsa, in quasi tutta la provincia. 

  

I carabinieri e i vigili del fuoco hanno ricevuto circa 500 richieste di aiuto. Al centro operativo allestito al comando provinciale dei vigili del fuoco si è recato anche il comandante provinciale dei carabinieri: il colonnello Giovanni Pellegrino. Sono stati circa 200 i carabinieri impegnati, su più fronti, durante tutta la notte.

Auto travolta da una frana e scaraventata in un burrone, morti marito e moglie   

Quattordici persone sono state salvate da una struttura ricettiva che è stata investita dalla piena del fiume Belice a Montevago. L'acqua alta ha impedito ad ospiti e personale della struttura di mettersi al sicuro. A soccorrerli sono stati i vigili del fuoco e i carabinieri. Sempre gli stessi soccorritori, a lido Fiori di Menfi, hanno evacuato - sempre per i gravi allagamenti determinatisi - una decina di famiglie.

Travolto dalla piena del fiume e disperso per ore, salvato un 25enne 

Il fatto più grave resta, naturalmente, la tragedia di Cammarata con la morte di marito e moglie. Ma non è stato affatto semplice, per i pompieri e i militari dell'Arma, riuscire a ritrovare - e a salvare - il pastore venticinquenne di Ribera. Un giovane che, di fatto, visto che è stato trovato in ipotermia, ha rischiato di morire. 

Frane sui binari della Agrigento-Palermo, soccorse 22 persone 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento