rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca Ribera

Incendiata l'auto di un commerciante, nessun dubbio: il fuoco è stato appiccato

Le telecamere dei sistemi di videosorveglianza hanno immortalato il piromane in azione. Il rogo ha danneggiato anche il portone di ingresso di un magazzino

Non ci sono dubbi. Questa volta, meno che mai. Le telecamere dei sistemi di videosorveglianza di via Palermo, a Ribera, hanno immortalato una persona che si avvicinava, durante la notte fra ieri e oggi, ad una Mercedes Classe C dalla quale, all'improvviso, divampavano le fiamme. L'incendio che ha letteralmente incenerito l'utilitaria di proprietà di un commerciante di 53 anni e danneggiato il portone di ingresso di un magazzino è stato di natura dolosa. 

Scattato l'allarme, in via Palermo si sono precipitate le squadre dei vigili del fuoco che hanno circoscritto e domato l'incendio. Le alte fiamme sono però riuscite a danneggiare il portone di ingresso del deposito innanzi al quale la vettura era stata lasciata, forse come sempre, parcheggiata. 

Al lavoro, per ore ed ore, anche i carabinieri della locale tenenza. I militari dell'Arma, non appena i pompieri hanno domato il rogo, hanno subito avviato l'attività investigativa. Una tempestività che ha consentito - veramente in tempi record - d'avere la certezza della matrice dolosa e questo perché i filmati realizzati dai sistemi di videosorveglianza non hanno lasciato alcun dubbio: l'incendio è stato appiccato. 

L'attività investigativa, adesso, propende per fare in modo che possa essere identificato il piromane. Fatti analoghi, sempre a Ribera, si erano registrati anche nel recente passato quando i carabinieri erano riusciti, appunto, a dare nome e cognome agli autori dei falò.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendiata l'auto di un commerciante, nessun dubbio: il fuoco è stato appiccato

AgrigentoNotizie è in caricamento