menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Due incendi di auto in 15 minuti, nuova notte di fuoco a Favara

Le cause dei diversi roghi non sono chiare. I carabinieri hanno avviato le indagini: servirà del tempo per stabilire cosa abbia fatto innescare le fiamme

Due incendi di auto in circa 15 minuti. E’ stata una nuova notte di fuoco, quella fra martedì e ieri, fra le vie Ugo La Malfa e Aosta a Favara. A bruciare, per cause che non sono risultate essere immediatamente chiare, sono state le macchine di un operaio di 64 anni e di un disoccupato di 35 anni. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento. Delle indagini, per stabilire cosa in entrambi i casi abbia innescato la scintilla iniziale, si stanno già occupando i carabinieri della tenenza di Favara.

A mezzanotte e mezza circa, della notte fra martedì e ieri, i militari dell’Arma e i pompieri sono dovuti intervenire in via Ugo La Malfa. Un incendio stava avvolgendo la Volkswagen Passat di proprietà di un operaio di 64 anni. I vigili del fuoco, idranti alla mano, si sono subito preoccupati di circoscrivere le fiamme e salvare il salvabile. L’utilitaria, alla fine, è rimasta parzialmente danneggiata. Quando l’incendio è stato domato, pompieri e carabinieri si sono occupati del sopralluogo mirato: accanto alla macchina non sono state trovate – secondo quanto è stato ufficialmente ricostruito, ieri mattina, dal comando provinciale dell’Arma di Agrigento – né tracce di liquido infiammabile, né taniche sospette. Elementi questi per poter iniziare a pensare, concretamente, ad un incendio dalla matrice dolosa. Mancando tracce e indizi, dunque, la matrice del rogo che ha danneggiato la Volkswagen Passat è stata considerata “ancora in corso d’accertamento”.

Neanche il tempo, di fatto, di ultimare controlli e verifiche che un altro “Sos” – per un altro incendio auto - è stato lanciato sempre da Favara. Questa volta, da via Aosta. Le fiamme, in questo caso, stavano interessando una Fiat Panda che è risultata essere di proprietà di un trentacinquenne disoccupato. Ancora una volta, dunque, i pompieri del comando provinciale si sono messi all’opera e sono riusciti a spegnere l’incendio. Anche in questo caso, i danni sono stati parziali e la matrice del rogo non è risultata essere immediatamente chiara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento