rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Raid vandalici / Canicattì

Auto di commerciante "massacrata" con un oggetto appuntito: al via l'inchiesta

Il 42enne, fra sconcerto e rabbia, s’è recato al commissariato di polizia ed ha formalizzato una denuncia a carico di ignoti

Lascia l’auto, una Nissan Qashqai, in via Boito, all’incrocio con via Maiorana. Al momento di riprenderla, dopo circa otto ore, la ritrova “massacrata” con un oggetto appuntito. Qualcuno, senza essere visto, né tantomeno sentito, s’è accanito contro la carrozzeria della vettura, in particolare contro le quattro portiere, entrambi i paraurti, i parafanghi, il tetto, il cofano anteriore e il portellone posteriore.

A finire, e prepotentemente, nel mirino dei vandali è stato un commerciante venezuelano di 42 anni. L’uomo, fra sconcerto e rabbia, s’è recato al commissariato di polizia ed ha formalizzato una denuncia a carico di ignoti. Inevitabilmente, gli agenti gli hanno chiesto – rientra nelle domande di routine investigativa – se potesse avere o meno dei sospetti su qualcuno o se, di recente, avesse avuto problemi, discussioni o dissidi. Il riserbo investigativo è, naturalmente, categorico. Ma, a quanto pare, la polizia privilegerebbe l’ipotesi di un raid vandalico. Sono state avviate le indagini e, fra i primi passaggi investigativi, i poliziotti del commissariato hanno verificato l’eventuale presenza di impianti di videosorveglianza pubblici o privati nei pressi delle vie Boito e Maiorana. Nessuna indiscrezione, ieri, è trapelata nemmeno al riguardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto di commerciante "massacrata" con un oggetto appuntito: al via l'inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento