Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

"Cresta sui biglietti e tragitti deviati", gup rinvia decisione sui rinvii a giudizio per dieci autisti di bus

Con l'arringa della difesa del consigliere comunale Angelo Vaccarello si sono concluse le discussioni dei legali degli imputati. Il giudice deciderà venerdì

(foto archivio)

Con l'arringa difensiva dell'avvocato Gerlando Alonge, che ha chiesto il non luogo a procedere per il consigliere comunale Angelo Vaccarello, si sono concluse le discussioni dell'udienza preliminare a carico di dieci autisti di bus della Tua, accusati di avere fatto la cresta sui biglietti e deviato i percorsi in maniera arbitraria.

Prima di Alonge hanno illustrato le loro arringhe i colleghi Daniela Posante, Tanja Castronovo, Gerlando Alonge, Leonardo Marino, Teresa Chiara Caroselli e Alessandro Rampello chiedendo al giudice di rigettare la richiesta del pm Gianluca Caputo di disporre il rinvio a giudizio. Il gup Micaela Raimondo, tuttavia, dopo avere ascoltato, in alcune udienze, le conclusioni di pm e difensori, ha deciso un rinvio di 48 ore per "esigenze istruttorie". Venerdì mattina alle 12 potrebbe ritirarsi in camera di consiglio.

Gli autisti della società Trasporti urbani Agrigento sono accusati di avere fatto la cresta sulla vendita dei biglietti e di avere deviato il percorso dei bus per proprie esigenze personali. Sul banco degli imputati siedono Maurizio Buttigè, 52 anni; Maurizio Camilleri, 52 anni; Giuseppe Danile, 60 anni; Giuseppe Donisi, 52 anni; Vincenzo Falzone, 53 anni; Giuseppe Lattuca, 59 anni; Michelangelo Nasser, 57 anni; Andrea De Carmelo Russo, 59 anni; Giuseppe Trupia, 54 anni e Angelo Vaccarello, 53 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cresta sui biglietti e tragitti deviati", gup rinvia decisione sui rinvii a giudizio per dieci autisti di bus

AgrigentoNotizie è in caricamento