Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Covid: 57 contagi in 7 giorni, il sindaco di Palma vara una raffica di divieti per evitare la zona rossa

Castellino ha disposto l'obbligo della mascherina e del distanziamento anche all'aperto, la sospensione delle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso e il divieto di feste nei luoghi al chiuso e all’aperto

In 7 giorni si sono registrati 57 contagi. Palma di Montechiaro, nell'arco di niente, ha superato i 70 positivi e cresce, inevitabilmente, l'allarme. Il rischio concreto, che per il momento sembra scongiurato, è quello di una nuova zona rossa. Cosa che il sindaco Stefano Castellino, per non pregiudicare ulteriormente l'economia cittadina, al momento, ha voluto evitare. La normativa stabilisce del resto "l'entrata in zona rossa con un’incidenza dei nuovi positivi in 7 giorni pari o superiore ai 250 casi ogni 100.000 abitanti, ma solamente se l’occupazione dei posti letto in area medica è superiore al 40% e quella in terapia intensiva superiore al 30%". Forte e chiaro, però, l'appello del primo cittadino: "Rispettiamo i divieti e vacciniamoci". 

"Vista la presenza, comunicata dall'Asp di Agrigento, di diversi focolai e della veloce propagazione dell'infezione del Sars-Cov-2 e sue sospette varianti, testimoniata da un rapidissimo aumento dei casi in pochi giorni, preso atto che comunque sia i reparti Covid che le terapie intensive non sono sotto pressione, al fine di contenere, comunque, l'emergenza epidemiologica da Covid-19 e prevenirne una ancora più rapida diffusione", il sindaco Castellino ha firmato un'ordinanza con la quale ha ordinato: 

- l'isolamento fiduciario di giorni 5 per chiunque arrivi all'interno del territorio comunale proveniente da altra Regione o da Stati esteri, il suddetto isolamento può essere annullato in presenza di tampone negativo antecedente massimo 48 ore prima l'arrivo o se muniti di green pass;

- il divieto di allontanamento dal territorio comunale, se non in possesso di tampone negativo effettuato entro le 48 ore prima l'arrivo o se muniti di green pass; la presente lettera non si applica per i casi di urgenza e necessità quali ad esempio motivo di lavoro, di salute o estrema necessità;

- il divieto assoluto di assembramenti di qualsiasi natura ed in ogni luogo, spiagge comprese;

- l'obbligo della mascherina e del distanziamento anche all'aperto;

-  la sospensione delle attività che abbiano luogo in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso;

- il divieto di feste nei luoghi al chiuso e all’aperto;

- che i rinfreschi/festeggiamenti seguenti alle celebrazioni religiose ( matrimoni, cresime, etc), devono attenersi alle limitazioni per la capienza previste ed è assolutamente vietato ballare o fare assembramenti; si raccoamnda che le prescirizioni previste in questa lettera siano applicate anche a tutti gli eventi che coinvolgono cittandi palmesi al di là della località del festeggiamento;

- Sono vietate le sagre, le fiere di qualunque genere e gli altri analoghi eventi; sono altresì vietate le sagre e le fiere di comunità;

- la chiusura al pubblico degli uffici comunali, sarà possibile accedere solo per le urgenze e previo appuntamento;

- l'accesso per i servizi alla persona (parrucchieri e simili) in maniera contingentata, non superiore al numero di postazioni da lavoro e comunque mai superiore a tre;

- per le attività di ristorazione, ristoranti, bar, pizzerie, panifici, pasticcerie, paninerie ed attività similari, l'apertura dalle ore 5 alle ore 24 nei giorni di lunedì martedì mercoledì giovedì e domenica, invece venerdì e sabato dalle ore 5 all'1:00; è consentita solo musica da accompagnamento a basso volume senza presenza di dj ed andrà comunque spenta mezz'ora prima dell'orario di chiusura. È consentito consumare e servire ai tavoli all'esterno nel rispetto del distanziamento previsto dai protocolli e comunque con distanza degli stessi non inferiore ad 1,5 metri, la capienza all'interno invece è ridotta del 50%;

-  la domenica e festivi è consentita l'apertura dei supermecati dalle ore 05:00 alle ore 14:00; m) che in tutte le attività l'ingresso avvenga in modo contingentato senza la creazione di assembramenti;

-  il divieto di svolgimento degli sport da contatto; o) l'inibizione all'accesso al lungomare Todaro (compreso piazzale crucilli) lunedì martedì mercoledì giovedì e domenica dalle ore 24 alle ore 05:00, invece venerdì e sabato dall'1 alle 5. L'accesso, nell'area, rimane consentito ai residenti, alle attività presenti ed a coloro che alloggiano temporaneamente;

-  le limitazione delle cerimonie funebri: è assolutamente vietato porgere le condoglianze in qualsiasi luogo chiuso o aperto, è vietata l'affissione di manifesti di trigesimi ed anniversari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: 57 contagi in 7 giorni, il sindaco di Palma vara una raffica di divieti per evitare la zona rossa

AgrigentoNotizie è in caricamento