Beni confiscati, in Antimafia si discute del caso "Calcestruzzi Belice"

I deputati hanno già ricevuto un corposo dossier dedicato alle alterne vicende dell'azienda, della quale fu decretato il fallimento nel 2016

Claudio Fava

Nel contesto della audizioni avviate della commissione regionale Antimafia sulla gestione dei beni confiscati, il prossimo 21 luglio i deputati affronteranno il caso della "Calcestruzzi Belice".

Dinnanzi alla commissione presieduta da Claudio Fava siederanno Luigi Castiglione, lavoratore della Calcestruzzi Belice e Vito Baglio, segretario generale Fillea Cgil Agrigento. Proprio quest'ultimo, un mese fa, aveva depositato in Antimafia un corposo dossier dedicato alle alterne vicende dell'azienda, della quale fu decretato il fallimento nel 2016, poi annullato un anno dopo.

La Calcestruzzi Belice è salva: prorogata di un anno l'attività estrattiva

L'azienda adesso ha riavviato le proprie attività a pieno ritmo e va verso una ripresa della propria "salute" economica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento