rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Grotte

Atti vandalici e furti, per prevenirli si allarga la videosorveglianza

Verranno installati anche alcuni fari proiettori per illuminare le zone più "sensibili", ossia esposte a rischi

Prevenire raid vandalici e furti. Il Comune di Grotte si "attrezza" per evitare spiacevoli sorprese. E lo fa ricorrendo a dei fari proiettori per migliorare l'illuminazione in determinati, strategici, punti ritenuti "sensibili", ma anche attraverso l'acquisto e collocazione di nuove telecamere di video sorveglianza. Insieme ad altri cinque Comuni: Racalmuto, Castrofilippo, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta e Milena, nel Nisseno, sta inoltre partecipando al concorso "7.1" che servirà per finanziare la creazione di impianti fotovoltaici per l'illuminazione pubblica. Impianti che serviranno, appunto, per dare "luce" a tutte quelle strade periferiche che attualmente sono senza illuminazione pubblica.

"Speriamo di piazzarci in graduatoria, anche se i soldi a disposizione non sono molti: si tratta di 7 milioni di euro complessivi. Grotte - ha spiegato, ieri, il sindaco Paolino Fantauzzo si è associato con altri cinque Comuni presentando il progetto che mira ad essere finanziato. Se riusciremo ad ottenere i fondi potremo illuminare la strada provinciale, la discesa Calcare e la via Dammuso. Zone insomma dove ci sono abitazioni che, attualmente, sono prive di impianti di illuminazione".

Ma, intanto, nell'attesa di sapere che ne sarà dell'eventuale, possibile, finanziamento, l'amministrazione comunale, con in testa il sindaco Paolino Fantauzzo, ha dato mandato agli uffici di acquistare alcuni fari proiettori per illuminare le zone più esposte a rischi di atti vandalici e furti. E a tal fine - per installare inizialmente 4 proiettori, completi di ogni accessori, - ha impegnato complessivamente la somma di 1.159 euro. La fornitura è stata affidata alla ditta "Ar.Li" di Grotte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti vandalici e furti, per prevenirli si allarga la videosorveglianza

AgrigentoNotizie è in caricamento