Colta da attacco epilettico rischia di soffocare, salvata in extremis piccola di 6 anni

La bambina è stata poi portata, da un'autoambulanza del 118, al pronto soccorso dell'ospedale di Sciacca da dove è stata dimessa giovedì pomeriggio

Viene colta da un attacco epilettico e rischia di soffocare. E' accaduto lunedì mattina poco prima del suono della campanella davanti la scuola elementare Don Bosco dell'istituto comprensivo Giuseppe Tomasi di Lampedusa a Santa Margherita Belice. Il provvidenziale intervento di Gaspare Ciaccio ha salvato la vita di una bimba di sei anni. "Vedendo il padre della piccola in stato confusionale, non riuscendo a dare un aiuto concreto aiuto alla figlia, mi sono avvicinato cercando in tutti i modi di riuscire ad aprire la bocca della piccina - ha raccontato, al Giornale di Sicilia, Gaspare Ciaccio - . Ho compreso che la lingua della piccola per un attacco compulsivo aveva bloccato le vie respiratorie. Dopo uno sforzo non indifferente sono riuscito ad aprire la bocca e con le dita a drizzare la lingua che bloccava il respiro. Arrivati poi i soccorsi del vicino punto del 118 la bambina è stata trasportata all'ospedale di Sciacca ed è stata dimessa nella giornata di giovedì pomeriggio per la gioia di tutti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento