menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Ati idrico, via ad un pool tecnico per il nuovo piano d'ambito

Il direttivo ha dato l'incarico al direttore generale di individuare delle specifiche personalità, ma non mancano i problemi

Nuovo piano d'ambito per la gestione delle risorse idriche in provincia, si cerca un pool tecnico per redigere il documento atteso, anche, dalla Regione Siciliana.

La tariffa idrica è legittima: respinto ricorso della Girgenti Acque

L'Ati non ha infatti tra il proprio personale le risorse umane necessarie per realizzare uno strumento tanto complesso sia da un punto di vista economico che tecnico. Il problema è però che, anche qualora lo avesse, al momento non saprebbe realmente cosa farsene. Già perché ad oggi manca ancora un'effettiva perimetrazione dell'ambito idrico, che è appunto composto da tutti i comuni che non gestiscono in modo diretto le risorse idriche e gli impianti. E gli altri? Ad oggi l'Ati non ha ancora individuato i beneficiari del cosiddetto articolo 147, passaggio questo che si rende indispensabile per calcolare tutto, dal consumo di liquido, all'effettiva dotazione territoriale dello stesso passando anche dal fabbisogno effettivo di personale. Quando arriverà questa individuazione dei comuni che potranno gestire in proprio? Chissà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento