Cronaca

Joppolo Giancaxio, due assoluzioni dall'accusa di ricettazione

L'accusa era stata sollevata in riferimento all’acquisto e alla rivendita di un telefono cellulare modello “Samsung Galaxy”. Il tribunale ha deciso l'assoluzione «perché il fatto non costituisce reato»

Il tribunale monocratico di Agrigento ha assolto dall’accusa di ricettazione Giuseppe Bellanca (65enne di Joppolo Giancaxio) e Georgeta Nistor (40enne rumena, residente a Joppolo Giancaxio) in riferimento all’acquisto e alla rivendita di un telefono cellulare modello “Samsung Galaxy”, perché il fatto non costituisce reato.

Il telefono sarebbe stato dimenticato all’interno di un autobus sulla tratta Agrigento-Ribera. I carabinieri di Agrigento sono riusciti a individuare l'apparato in possesso della donna che ai militari avrebbe riferito di averlo acquistato da Bellanca. Quest’ultimo, interrogato, avrebbe a sua volta asserito di averlo comprato da ambulanti extracomunitari al Viale della Vittoria di Agrigento.

Il cellulare è stato restituito alla legittima proprietaria, e i due assolti. A riferire l'accaduto sono i difensori dei due, Marco Padùla, Fabio Inglima Modica e Giuseppe Lo Dico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Joppolo Giancaxio, due assoluzioni dall'accusa di ricettazione

AgrigentoNotizie è in caricamento