Cronaca

«Non rilasciò false certificazioni», assolto lo psichiatra agrigentino Santamaria

Lo psichiatra aragonese secondo l'accusa era colpevole di aver rilasciato una falsa certificazione all'avvocato Giuseppe Arnone, suo assistito

Si è concluso poche ore fa il procedimento a carico dello psichiatra aragonese Paolo Santamaria colpevole, secondo l'accusa, di aver rilasciato una falsa certificazione all'avvocato Giuseppe Arnone, suo assistito.

Secondo il prospetto accusatorio, firmato dal Procuratore capo della Repubblica di Agrigento, Renato Di Natale e dal sostituto procuratore Antonella Pandolfi, il professionista, nella qualità di responsabile del Dipartimento di salute mentale di Agrigento – Centro salute mentale di Sciacca – aveva redatto falso certificato medico, con falsa data (1 marzo 2013) e senza mai aver visitato il paziente, attestante una malattia psichiatrica bisognevole di cure e riposo. La certificazione sarebbe stata utilizzata e depositata da Arnone in numerose cause giudiziarie al fine di ottenere il rinvio delle udienze.

Oggi il gip del tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, accogliendo la tesi difensiva proposta dal difensore Maria Calcara, ha assolto il medico perchè il fatto non sussiste. «E' stata, finalmente, riconosciuta l'assoluta buonafede e la corretteza professionale del mio cliente», ha commentato il legale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non rilasciò false certificazioni», assolto lo psichiatra agrigentino Santamaria

AgrigentoNotizie è in caricamento