Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

"Non rinnovò le autorizzazioni per dimenticanza", assolto gommista agrigentino

L'uomo nel 1988 aveva collocato un box in metallo su suolo comunale, continuando a pagare le tasse previste

Non aveva rinnovato le autorizzazioni per pura dimenticanza, avendo, invece, continuato a pagare l'occupazione di suolo pubblico. Per questo motivo un gommista è stato assolto perché il fatto non sussiste dal giudice monocratico della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento.

All’artigiano, difeso dagli avvocati Vincenzo Caponnetto ed Ornella Russello, era stato contestata l'occupazione di suolo pubblico connessa all'installazione su superfice comunale di un box metallico come struttura in cui svolgere la propria attività.

Nel corso del processo, i difensori hanno dimostrato come il commerciante avesse installato il box sino dal 1988 con tutte le autorizzazioni previste dalla legge, compresa la concessione dell’utilizzazione del detto spazio, da parte del Comune di Agrigento. Negli anni ha continuato a corrispondere negli anni la Tosap per la detenzione dell’area in questione e, appunto, non aveva proceduto "per una mera dimenticanza formale" al rinnovo degli atti autorizzativi.

Il giudice ha così accolto le tesi difensive degli avvocati Caponnetto e Russello, assolvendo il gommista dall’ipotesi di reato contestato perché il fatto non sussiste.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non rinnovò le autorizzazioni per dimenticanza", assolto gommista agrigentino

AgrigentoNotizie è in caricamento