menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tribunale di Agrigento

Il tribunale di Agrigento

Stalking e bastonate per donna contesa, assolto 41enne per vizio di mente

Il giudice, comunque, ha deciso di applicare la misura di sicurezza per un anno a Francesco Randisi

Assoluzione perché l’imputato era incapace di intendere e volere all’epoca del fatto. Con questa formula il giudice dell’udienza preliminare Stefano Zammuto ha prosciolto dalle accuse il raffadalese Francesco Randisi, 41 anni, imputato per stalking nei confronti di una coppia. Il giudice, come chiesto pure dal pubblico ministero Elenia Manno, ha inflitto la misura di sicurezza della libertà vigilata per un anno. Al verdetto si è arrivati dopo che, al processo, è stata prodotta la perizia psichiatrica che attestava il vizio di mente. Quattro anni fa le presunte vittime furono arrestate con l’accusa di averlo minacciato e picchiato, brandendo un coltello. Adesso, a ruoli invertiti, era il quarantenne l’imputato. 

Le due presunte vittime, due coniugi di Raffadali, si sono costituite parte civile con l’assistenza dell’avvocato Leonardo Marino. I fatti al centro della richiesta di rinvio a giudizio risalgono al periodo compreso fra il giugno del 2015 e il settembre dell’anno successivo. Nel mirino di Randisi, difeso dall’avvocato Fabio Inglima Modica, sarebbe finito l’uomo che riteneva falsamente avesse una relazione con la sua vicina di casa, della quale si era invaghito, e la moglie. Le intimidazioni e le minacce sarebbero state ripetute e, per essere più convincente, avrebbe usato pure un bastone e un coltello che avrebbe brandito per tentare di convincerlo a non attraversare più quella strada. Con la moglie avrebbe fatto anche di peggio inseguendola e tentando di provocare un incidente stradale. L’episodio più grave sarebbe accaduto il 5 maggio del 2016: la donna sarebbe stata afferrata per i capelli mentre si trovava nella sua auto e colpita con calci e pugni alla testa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento