menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli avvocati Daniela Posante e Giuseppe Scozzari

Gli avvocati Daniela Posante e Giuseppe Scozzari

Assoluzione di D'Orsi, la difesa: "Sei anni e mezzo di battaglia e sofferenza, era il normale epilogo"

Gli avvocati Daniela Posante e Giuseppe Scozzari commentano il verdetto: "Imputato massacrato e umiliato da innocente"

La Corte di appello, dopo un lunghissimo processo, iniziato nel gennaio del 2012, assolve l'ex presidente della Provincia Eugenio D'Orsi. Per i difensori, salvo l'eventuale ricorso in Cassazione della procura generale, è l'epilogo di una lunghissima battaglia. 

"Non ha commesso alcun abuso", cadono tutte le accuse per D'Orsi

"In questi sei anni e mezzo abbiamo sempre cercato di difenderci nel processo e mai al di fuori delle aule di giustizia, - ha commentato uno dei difensori di D'Orsi, l'avvocato Daniela Posante - non è stato facile soprattutto per il nostro assistito che ha dovuto sopportare attacchi e insinuazioni di ogni tipo. Il tempo ci ha dato ragione, oggi è stata fatta piena giustizia ed è stata restituita onorabilità e integrità a un uomo che ha vissuto con sofferenza questa odissea. Dal mio punto di vista tecnico - ha aggiunto il legale - non avevo dubbi sul fatto che, col tempo, difendendoci nelle sedi opportune e senza partecipare a gazzarre, si sarebbe arrivati a questo epilogo".

L'avvocato Giuseppe Scozzari ha aggiunto: "E' stato un processo durissimo per due ragioni, innanzitutto va detto che è stato un corpo a corpo con la Procura che ha vissuto la vicenda quasi in chiave personalistica. Inoltre le enormi attenzioni mediatiche, anche nazionali, hanno finito col massacrare e umiliare l'imputato. L'esito assolutorio si commenta da sè, in ogni caso già il tribunale di Agrigento aveva, di fatto, svuotato l'indagine lasciando un'ipotesi residuale che siamo riusciti a smontare in sede di appello. Ricordo ancora che, addirittura, la Procura aveva chiesto, dopo la mia arringa, la trasmissione degli atti al tribunale di Caltanissetta nei miei confronti ipotizzando il reato di oltraggio a magistrato in udienza. Per fortuna - aggiunge Scozzari -  il tribunale, con grande coraggio e oggettività, sottolineò che il ruolo di difensore fosse stato svolto correttamente". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento