rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Favara

Fondi per pazienti disabili, l'Asp condannata a versare oltre 2 milioni e mezzo di euro al Comune di Favara

Ancora una volta l'azienda sanitaria provinciale perde un ricorso rispetto alla compartecipazione alle spese di assistenza

Rimborsi per il pagamento delle rette di ricovero per soggetti con disabilità psichica grave in strutture convenzionate, l'Asp di Agrigento condannata a pagare oltre 2 milioni e mezzo di euro al Comune di Favara.

Il Municipio, nel 2019, aveva disposto un decreto ingiuntivo per ottenere dall'Azienda sanitaria provinciale il rimborso delle spese per gli anni dal 2011 al 2015, trovando l'opposizione di quest'ultima che - in questo e in altri casi - sosteneva la "non sussistenza degli obblighi di compartecipazione delle spese di ricovero dei disabili psichici invocando la natura programmatica della normativa di settore".

Di parere diverso il Tribunale di Agrigento, che accogliendo le tesi difensive del Comune, rappresentato dall'avvocato Giuseppe Ribaudo, ha rigettato l’opposizione dell’Asp di Agrigento, ed ha infatti statuito che si tratta di "un’obbligazione solidale gravante a pieno titolo su ciascuno dei soggetti pubblici coinvolti in tutte le fasi relative alla gestione del paziente affetto da disabilità psichiche cui si rivolgono le prestazioni socio-sanitarie".

Nel caso specifico, il Comune di Favara ha ottenuto il rimborso del 40 % delle spese sostenute da parte dall’Asp di Agrigento, dovendo d’ora in poi, essere garantita la compartecipazione alla spesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi per pazienti disabili, l'Asp condannata a versare oltre 2 milioni e mezzo di euro al Comune di Favara

AgrigentoNotizie è in caricamento