menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agrigento, assemblea territoriale di Confcooperative Sicilia: Sardo nuovo presidente per la provincia

I delegati riuniti, alla presenza del presidente regionale di Confcooperative Gaetano Mancini, hanno nominato quale presidente del Consiglio territoriale Calogero Sardo, nonché i componenti del Consiglio stesso

Ad Agrigento, nella cornice della chiesa di San Pietro, si è svolta l’Assemblea territoriale di Agrigento di Confcooperative Sicilia.

In un’ottica di riorganizzazione e nuovo slancio dell’attività svolta a favore delle cooperative associate, rappresenta uno spartiacque che sancisce una sempre maggiore consapevolezza dell’importante ruolo di tutela e rappresentanza che Confcooperative svolge nel nostro territorio.

 I delegati riuniti, alla presenza del presidente regionale di Confcooperative Gaetano Mancini, hanno nominato quale presidente del Consiglio territoriale Calogero Sardo, nonché i componenti del Consiglio stesso.

Sardo ha illustrato la realtà e le prospettive della cooperazione agrigentina, inquadrandone le potenzialità e le criticità nel contesto economico nazionale, evidenziando l’attuazione daparte di Confcooperative di un importante processo di riorganizzazione interna volto ad una concreta ottimizzazione delle risorse disponibili e ad un focus più attento sulla erogazione di servizi alle associate, in termini di produttività marginale e di oggettivo valore aggiunto per chi intenderà usufruirne. 

Una analisi a tutto campo, alla quale si è riagganciato il presidente Regionale Mancini che, nel suo intervento, ha illustrato le motivazioni che hanno portato alla nuova organizzazione territoriale di Confcooperative: la necessità di cambiamento dettata dalle nuove realtà in tema di globalizzazione, l’esigenza di utilizzo di nuove tecnologie.

In questa visione futuristica la costituzione, altresì, dell’ A.c.i., che unisce Confcooperative, Legacoop ed A.g.c.i. Ampio spazio è stato dato agli interventi dei soci cooperatori, che hanno portato la loro testimonianza sulle realtà imprenditoriali nelle quali operano evidenziando le notevoli difficoltà riscontrate nei rapporti con la pubblica amministrazione e, ora più che mai, quanto sia importante l’azione politica di Confcooperative per sopperire all’assenza di interlocutori istituzionali validi e credibili all’interno dell’Assemblea regionale siciliana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento