Assalto blasfemo e razzista alla tenda delle suore, il caso approda in Cassazione

I difensori impugnano le condanne che, in caso di conferma, porteranno in carcere almeno uno degli imputati

Il caso del presunto assalto razzista e blasfemo alla tensostruttura del Viale della Vittoria approda in Cassazione dopo la leggera riduzione di pena decisa per la prescrizione di alcuni capi di accusa e la depenalizzazione di altri. In primo grado il gup del tribunale di Agrigento, Luisa Turco, aveva inflitto cinque anni di reclusione a Davide Cipolla, 30 anni; 3 anni e 10 mesi per il trentatreenne Biagio Licata. In appello, per effetto della parziale prescrizione e delle assoluzioni dovute alla depenalizzazione, sono stati decisi tre anni per Licata e quattro anni e otto mesi per Cipolla. 

La vicenda, adesso, approda davanti alla Corte di Cassazione che il 21 novembre dovrà pronunciarsi sul ricorso degli avvocati Salvatore Pennica, Alesssandro Marchica e Giovanni Aricò. Il custode eritreo della struttura mobile gestita dalle suore che accoglieva persone disagiate si è costituito parte civile con l’assistenza dell’avvocato Leonardo Marino e otterrà, in caso di conferma della condanna, il risarcimento dei danni. L’aggressione più grave sarebbe avvenuta il 25 gennaio del 2009 a distanza di tre mesi dalla prima. Cipolla e Licata, secondo l’ipotesi accusatoria, avrebbero fatto irruzione all’interno della tenda aggredendo il custode quarantenne con calci e pugni e usando come arma per picchiarlo una grossa croce di legno. Lo straniero, a cui sarebbero stati rivolti insulti razziali, riportò un trauma cranico e la frattura del braccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cipolla, in caso di conferma della condanna, finirà in carcere per espiare la pena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La faida sull'asse Favara-Belgio, scatta l'operazione "Mosaico": raffica di arresti, trovate armi

  • Operazione "Mosaico": duplice tentato omicidio, ecco chi sono i 7 arrestati

  • Coronavirus, salgono ancora i nuovi casi in Sicilia: 8 gli agrigentini contagiati

  • Nuova "bomba" d'acqua sull'Agrigentino: strade e ristoranti allagati, albero su auto

  • Il Covid non molla la sua presa: due nuovi casi a Favara, uno a San Biagio e Grotte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): 6 per Agrigento, arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento