Venerdì, 19 Luglio 2024
Sanità

Asp, arrivano i rinforzi "stranieri": i primi sei medici argentini firmano il contratto

Il commissario Mario Zappia li ha ricevuti nella Cittadella della salute: "Contiamo di averne con noi un centinaio"

Arrivano i rinforzi stranieri all'Asp di Agrigento: hanno preso servizio i primi sei medici italo-argentini, assunti grazie a un avviso aperto attraverso il quale l'azienda conta di arruolare un centinaio di professionisti. 

I professionisti, ieri, sono stati ricevuti nella Cittadella della salute dal commissario straordinario Mario Zappia per la formale sottoscrizione dei contratti.

Si tratta, nel dettaglio, di un cardiologo - Guido Alfredo D’Amico -, due pediatri: Agustina Zavaleta e Sandra Veronica Cagnasia; due medici di medicina generale e di famiglia; Marcello Zabal e Matias Vidal e una pneumologa: Cecilia Campos.

VIDEO. Emergenza al pronto soccorso, in arrivo i medici argentini

"E’ il primo contingente di medici stranieri che assumiamo - ha commentato il commissario Zappia - grazie alla pubblicazione di un avviso aperto attraverso il quale contiamo di reclutare circa un centinaio di professionisti. Forse quella odierna è una data storica che segna una svolta significativa nel superare il problema di reperire nuovi medici e ciò nonostante gli innumerevoli bandi di concorso pubblicati, spesso purtroppo andati deserti per mancanza di sanitari, l’indizione di ‘avvisi aperti’ ai quali si può aderire ogni giorno, senza scadenza, il ricorso ai medici specializzandi, il ‘richiamo’ dei medici in quiescenza, l’attivazione di convenzioni/protocolli d’intesa e la ricerca di condivisione di graduatorie con altre aziende".

Zappia aggiunge: "Ringrazio la fattiva collaborazione di molti sindaci della provincia che si sono e si stanno prodigando per facilitare i processi anche per l’acquisizione anagrafica delle residenze e la ricerca di abitazioni idonee a ospitare il personale medico”.

Caos pronto soccorso, in arrivo medici dell'Esercito

I nuovi sanitari, secondo quanto fa sapere l'Asp con una nota dell'ufficio stampa, hanno un'età compresa fra i 38 e i 50 anni.

"Comprendono la lingua italiana - spiega l'azienda - e hanno espresso un vivo desiderio di intraprendere questa nuova avventura non soltanto per ambizione professionale ma soprattutto per  ritrovare le proprie origini italiane, nella terra dei loro avi, dove vogliono vivere e far crescere i loro figli". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asp, arrivano i rinforzi "stranieri": i primi sei medici argentini firmano il contratto
AgrigentoNotizie è in caricamento