Cronaca

"Arte solidale" per i terremotati del centro Italia, costituito un comitato

L'iniziativa è del presidente provinciale dell'Aics Giuseppe Petix: "Si sta muovendo il mondo della cultura di Agrigento"

Tendopoli ad Amatrice

Si è costituito nella provincia di Agrigento il Comitato provinciale per la raccolta dei fondi per aiutare le popolazioni colpite dal disastroso e tragico terremoto che ha danneggiato il centro Italia. L’iniziativa è denominata “Arte Solidale” proprio per identificare il primo strumento che il Comitato userà per sostenere quella gente, usando per l’appunto l’arte.

A costituirlo, sia per la disposibilità di un apparato organizzativo alle spalle, sia per la dimostrata sensibilità in queste tragiche occasioni, è stato il presidente provinciale dell’Aics, già presidente dell’organizzazione Noi, Giuseppe Petix. L’Aics è un Ente Nazionale che ha tantissime funzioni ed attribuzioni da parte dei vari ministeri infatti è un ente nazionale con fini assistenziali, è anche un ente facente parte delle organizzazioni nazionali di protezione civile. 

Il presidente Petix così dichiara: “Sono stato scosso, profondamente scosso da quanto accaduto sull’Appennino centrale. Non uso frasi fatte o frasi di circostanza ma dico soltanto che non cerco colpevoli da accusare ma solo vittime e giovanissime vittime da piangere. Mentre molti fanno sfoggio di erudizione riguardo il sisma e poi non conoscono nemmeno la differenza tra Scala Richter e la Scala Mercalli in un mare di indifferenza e di cinismo, il mondo della cultura e dell’arte della provincia di Agrigento si è pronunciato diversamente. 

"Per onestà intellettuale - prosegue Petix - asserisco di essere stato raggiunto telefonicamente dall’amico Nicolò Rizzo di Racalmuto che a sua volta ha colto il sentimento di Vincenzo Crapanzano di Sciacca di mettere l’arte a disposione e al servizio dei disastrati. Concretamente molti poli di cultura e di arte della nostra provincia, ma anche di fuori provincia, si stanno coordinando all’interno del nostro Comitato al fine di raccogliere fondi per le popolazione terremotate. Il messaggio che gli artisti vogliono far passare è quello del 'donare'. Essi stanno donando tante loro opere alla causa e le stesse opere, frammenti di anima e di ispirazione, saranno messe simbolicamente all’asta speranzosi di poter cogliere di altri uomini e donne, pari sensibilità. Il denaro sarà interamente devoluto alle popolazioni sinistrate". 

Tra le associazioni che hanno aderito e stanno aderento l’organizzazione Noi nelle varie sezioni cittadine della provincia di Agrigento, alcuni circoli culturali dell’Aics ed anche l’attivissima associazione “Ergo Sum” di Racalmuto con in testa Nicolò Vignanello che già da un primo momento ha dimostrato l’attività e la disponibilità dei suoi consociati. Dalla presidenza provinciale dell’Aics di Agrigento giunge l’invito rivolto agli artisti a donare un proprio lavoro alla causa al fine di contribuire al sostegno dei terremotati anche con l’arte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Arte solidale" per i terremotati del centro Italia, costituito un comitato

AgrigentoNotizie è in caricamento