menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 -1490

-1490

"CircOLIamo": Arriva ad Agrigento la carovana del Coou

Su 8.989 tonnellate di olio raccolte in Sicilia, 452 solo ad Agrigento  

Oggi la carovana "CircOLIamo"è giunta ad Agrigento per rendere noti, con una conferenza stampa tenuta sul Tir adibito a sala conferenze, i risultati della raccolta oli usati 2010. Nella mattinata la carovana è stata visitata da diverse scolaresche. Dopo la presentazione dell'iniziativa e i saluti alla Amministrazione agrigentina, presente l'assessore Passarello, il dottor Hermann ha spiegato gli scopi dell'iniziativa "CircOliamo" che in questo anno percorrerà seimila chilometri toccando 44 province italiane. "Due sono gli scopi, il primo è svolgere opera di educazione ambientale, coinvolgendo le scuole, impartendo 'pillole di educazione ambientale' attraverso video e altri metodi. Il secondo obiettivo è incontrare il territorio. le autorità, i comuni, il mondo produttivo, le associazioni, i sindacati, le aziende  che in qualche modo sono legate alla filiera dell'olio usato".

Dopo la presentazione è intervenuto il responsabile territoriale per il centro-sud del Coou, che ha illustrato l'attività del Consorzio soffermandosi sulla estrema pericolosità degli oli usati se conferiti senza le dovute cautele. Marco Paolillo ha ripercorso l'attività del Coou che dall'84 ad oggi, da una percentuale di raccolta del 30 percento è passato al 90 percento di olio usato da inviare alla rigenerazione, contando, grazie alla comunicazione con l'iniziativa "CircOLIamo", di recuperare il restante 10 percento conferito in modo inadeguato dal cittadino comune. L'auspicio di Paolillo e del Coou, è che i comuni si dotino di adeguate isole ecologiche dove non solo il privato cittadino ma anche le piccole imprese, specie quelle agricole e i prodotti impiegati nella nautica, si possano conferire come prescritto dalla legge. 

Paolillo ha infine ricordato che l'Italia in Europa è il paese all'avanguardia non solo per la raccolta ma anche per la rigenerazione degli oli usati. Il Coou da quando si occupa per Legge della raccolta di oli usati, ne ha recuperati 4.500.000 tonnellate, una quantità che, se sversata in mare, avrebbe inquinato tutto il Mediterraneo, con i conseguenti effetti catastrofici sull'ecosistema, senza contare che la raccolta è una risorsa che ha fatto risparmiare allo Stato 3 miliardi di euro sulla bolletta energetica italiana, grazie alla rigenerazione e alla minore importazione di greggio petrolifero. L'assessore Passarello nel ringraziare il Consorzio nella persona di Marco Paolillo, ha dichiarato la massima disponibiltà del Comune e delle isole ecologiche gestite dall'Ato a portare avanti le iniziative del Consorzio.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento