rotate-mobile
Udienza / Ribera

Il tentato omicidio dell'endocrinologo del Cervello: Riesame per il 23enne arrestato

Domani, in tribunale, verrà discussa la richiesta di revoca della custodia cautelare in carcere

Domani, al tribunale del Riesame di Palermo, verrà discussa la richiesta di revoca della custodia cautelare in carcere del 23enne Paolo Montalbano, nato a Sciacca, indagato per il tentato omicidio di un endocrinologo di 64 anni la cui "colpa" sarebbe stata quella di non avergli prescritto un farmaco. Lo scorso 13 marzo, con l'accusa di avere aggredito il medico dell'ospedale Cervello di Palermo con un taglierino, il giovane è finito in carcere. Ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare in carcere fu la polizia. 

"Ha colpito l'endocrinologo del Cervello con un taglierino", giovane finisce in carcere per tentato omicidio

Il medico: "Poteva finire male, mi sono sentito in un film"

I fatti risalgono al 21 febbraio scorso quando il medico, come ricostruito dagli investigatori, è stato aggredito mentre si trovava in reparto da un ragazzo che lo avrebbe sorpreso alle spalle colpendolo con una raffica di pugni e ferito anche con un taglierino (e non un tirapugni come riferito in un primo momento da alcuni testimoni).

La difesa punta sul "dettaglio" del lasso di tempo trascorso tra i fatti e la misura cautelare, che avrebbero fatto venir meno le esigenze cautelari, e sulla necessità che il giovane venga curato. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tentato omicidio dell'endocrinologo del Cervello: Riesame per il 23enne arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento