rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

La rete di spionaggio di Montante: indagati anche Catanzaro, Lo Bello e Brandara

Il presidente di Sicindustria e l'ex governatore hanno ricevuto un avviso di garanzia da parte della Procura di Caltanissetta

L'ex presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, e il presidente di Sicindustria Giuseppe Catanzaro sono indagati nell'ambito dell'inchiesta che ha fatto finire agli arresti domiciliari, Antonello Montante. I pm di Caltanissetta, che indagano sulla presunta rete di spionaggio che avrebbe coinvolto anche uomini delle forze dell'ordine e delle istituzioni, li hanno avvisati dell'inchiesta a loro carico.

È lo stesso Catanzaro a confermare l'indiscrezione: “Ho ricevuto un avviso a comparire quale persona sottoposta a indagini per reati che attengono ai rapporti con la politica, di cui solo oggi vengo a conoscenza. Andrò e fornirò ogni elemento utile al fine di agevolare la ricostruzione della verità storica".

In serata si è appreso che l'inchiesta ha coinvolto anche l'ex assessore regionale Mariella Lo Bello e l'ex commissario Irsap, Maria Grazia Brandara, attualmente alla guida del Comune di Licata, sempre come commissario. “In data odierna, come danno conto numerosi organi di informazione, ho ricevuto un avviso di garanzia dai magistrati di Caltanissetta ai quali fornirò ogni chiarimento e il mio più ampio contributo all’accertamento della verità” - ha commentato Maria Grazia Brandara - . "Mi è stato notificato questo pomeriggio un avviso di garanzia da parte della Procura della Repubblica di Caltanissetta, sono pronta a fornire ogni chiarimento utile alle indagini, mantenendo ferma la piena fiducia nella magistratura" - ha detto l'ex assessore regionale Mariella Lo Bello - . 

Secondo quanto emerge dalle indagini, dietro le scelte di Crocetta su assessori e incarichi da assegnare ci sarebbe stato proprio Montante. Significative alcune sue frasi intercettate dalla Mobile, durante un dialogo in auto con Lo Bello e Brandara. "A Crocetta non gli abbiamo mai fatto sbagliare una mossa". E ancora: "Con le attività produttive si può fare la terza guerra mondiale". Per l'accusa si tratta di "associazione a delinquere” perchè fondata su uno scambio: favori su favori da una parte e dell'altra. Crocetta avrebbe nominato i fedelissimi di Montante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rete di spionaggio di Montante: indagati anche Catanzaro, Lo Bello e Brandara

AgrigentoNotizie è in caricamento