menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ribera, tenevano 40 chili di droga in auto: arrestato il terzo indagato

Nel corso della mattinata di ieri, i carabinieri della Tenenza di Ribera, hanno rintracciato e arrestato anche il terzo indagato che, colpito dall’esecuzione di un’ordinanza applicativa delle misure cautelari degli arresti domiciliari, lo scorso 28 settembre si era reso irreperibile

Nel corso della mattinata di ieri, i carabinieri della Tenenza di Ribera, hanno rintracciato e arrestato anche il terzo indagato che, colpito dall’esecuzione di un’ordinanza applicativa delle misure cautelari degli arresti domiciliari, lo scorso 28 settembre si era reso irreperibile.

Si tratta di Simone Capizzi Bordonaro, 23enne di Ribera a cui viene contestato, in concorso con Edoardo Bordonaro, 24 anni, e Giuseppe Costa, 22 anni, di avere coltivato, trasportato ed illecitamente detenuto, con finalità di cessione a terzi, un’ingente quantitativo di sostanze stupefacenti del peso complessivo di 39,5 circa. Capizzi è stato tratto in arresto nell’aeroporto di Trapani Birgi dove era appena giunto con un volo dalla Germania.

La droga venne ritrova a bordo di un’autovettura, circa tre mesi fa, e dopo una accurata indagine, i militari dell’arma sono risaliti ai tre giovani. L’auto infatti, secondo l’accusa era nella disponibilità di Simone Capizzi, ma della stessa fu denunciato il furto.

I carabinieri trovarono un cellulare a bordo del mezzo che apparteneva ad uno dei coinvolti.

Lo stupefacente era riposto in 40 sacchi di cellophane termo-scaldati ed era a bordo della Fiat Punto ritrovata dai carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento