menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Abusi sulla figliastra minorenne», 50enne agrigentino in manette

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un agrigentino di cinquantanni: gli investigatori della Squadra mobile hanno ricostruito più episodi in cui la minore, dall’età di circa dieci anni, e per circa sette anni a seguire, è stata costretta a subire e praticare continui atti sessuali al proprio patrigno che la ricattava e minacciava qualora la stessa non avesse dato seguito ai suoi desideri sessuali

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un agrigentino di cinquantanni, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere del gip di Agrigento, Alessandra Vella, perchè accusato di avere costretto la figlia minorenne della propria convivente a compiere e subire atti sessuali.  

Il personale della Squadra mobile della Questura di Agrigento, che ha eseguito l'ordinanza, ha svolto serrate indagini scaturite dalla denuncia della ragazza, grazie alle quali sono stati raccolti gravi indizi di reato nei confronti dell’indagato. Le risultanze investigative hanno determinato il pubblico ministero della locale Procura della Repubblica, Brunella Sardoni, ad avanzare richiesta di custodia cautelare in carcere.

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno ricostruito più episodi in cui la minore, dall’età di circa dieci anni, e per circa sette anni a seguire, è stata costretta a subire e praticare continui atti sessuali al proprio patrigno che la ricattava e minacciava qualora la stessa non avesse dato seguito ai suoi desideri sessuali.

L’arrestato è stato condotto nella casa circondariale di "Petrusa", a disposizione dell’Autorità giudiziaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento